Area dedicata ai nostri "concittadini" a 4 zampe


Scritto da gea-staff
pubblicato il 08/11/2016
Categoria: zona rivalutata e ristrutturata
Letture: 2805 ( Aggiornato il: 24/04/2019 01:05 )
zona rivalutata e ristrutturata
Credits:
Giovedì 15 settembre 2016

<< Ecco cosa abbiamo trovato oggi al nostro arrivo al cantiere di quella che sarà l'area cani: un paletto della recinzione piegato probabilmente a calci. Che delusione per noi volontari che, da un mese circa, stiamo mettendo anima e corpo per la realizzazione di un progetto che fortunatamente la maggior parte della cittadinanza apprezzerà e che darà maggior lustro al paese.
Vogliamo pensare che questo sia un gesto di qualche vandalo piuttosto che un atto mirato! Comunque non ci facciamo scoraggiare e,riposizionato il paletto, i lavori di pulizia e ripristino dell'area continuano alla grande!!!
Ciò che non ci distrugge ci fortifica!!!
>>

Quando ho letto questo messaggio nella bacheca di Lidia, ho provato un senso di dispiacere non indifferente.
Ho seguito a distanza le evoluzioni del progetto Adotta un'aiuola in cui questi volontari si stanno dannando l'anima per ridare lustro ad un'area che, fino a qualche settimana fa, era letteralmente abbandonata.

Tanto impegno, sudore e sacrifici per ricevere in cambio cosa??
Un gesto davvero riprovevole che scoraggia tutti coloro che si impegnano quotidianamente nel progetto.

Credo che chiunque, mettendosi una mano sulla coscienza ed immedesimandosi in questi ragazzi, non potrà che rimanerci male ed arrabbiarsi.

Dopo questo fatto increscioso ho incontrato i volontari nella nuova area di via Su Nuraghe.
E' stata una mezza mattinata veramente piacevole in cui ho avuto modo di parlare di persona con vari membri del gruppo.
Semplici cittadini che hanno deciso di non attendere manne dal cielo ma si sono rimboccati le maniche e stanno cercando di creare qualcosa di utile per l'intera collettività.

Un'iniziativa che ha entusiasmato tutti nella fase iniziale ma che, dopo qualche giorno, ha iniziato a creare qualche crepa all'interno della comunità sansperatese con alcuni malumori, sia verso questi ragazzi che verso l'amministrazione comunale. 
Il tutto culminato nell'atto vandalico dell'altro giorno.

Un caso? una ritorsione? boh!
Fortuito o meno, indubbiamente, è stato un episodio che ha demoralizzato gli animi degli stessi volontari.
Glielo si leggeva chiaramente nei loro sguardi e nel tono dei loro racconti. Ma, nonostante tutto, erano nuovamente nell'area riparando il danno e continuando a lavorare per raggiungere l'obiettivo previsto nel progetto Adotta un'aiuola.

E pensare che quella era un'area completamente abbandonata, piena di erbacce e rifiuti di ogni genere.
In quelle condizioni, a chi poteva servire? Aveva davvero un'utilità? Che benefici ne traeva la comunità?!

Adesso, invece, grazie all'impegno dei volontari l'intera area sta "rinascendo" e sta per tornare a disposizione della collettività per una lodevole iniziativa dell'amministrazione comunale. E quindi..

Perchè ostacolare questi volontari?
Perchè impedire loro di prendersi cura di quest'area?
Perchè invece di criticare non ci si rimbocca le maniche e si dà un aiuto concreto?
E se proprio non si vuol dare una mano, chi per un motivo chi per l'altro, perchè non proviamo a supportare "moralmente" questi tenaci ragazzi e rispettare, quantomeno, i loro sforzi!? [che sono anche economici!, ndr]


Per San Sperata è, e sarà, sempre un bel bigliettino da visita da mostrare con vanto.
Oltre al fatto che una zona degradata e abbandonata verrà restituita alla comunità sotto un'altra (utile) veste, questo progetto rappresenta ciò che un gruppetto di "semplici" cittadini, unendosi, facendo squadra e rimboccandosi le maniche, può realizzare nonostante la crisi economica che affligge la nostra società.
E' un modo per dimostrare che mettendo da parte lamentele, con fondi ridottissimi ma tantissima buona volontà, si posso realizzare strutture e servizi utili per la comunità.


Purtroppo (o forse per fortuna!) so cosa significa quando ti impegni tanto nel realizzare qualcosa con le tue energie e poi, a causa di qualcuno, il tuo lavoro viene distrutto, infangato o screditato.
E il motivo? boh! E' sempre un mistero.
Sarà per (stupida) invidia? gelosia? O solo per il semplice gusto del "se io non faccio nulla, neanche tu devi farlo"?! E così via.

Qualsiasi sia il motivo, la brutta sensazione che ti assale in quei momenti è sempre la stessa: chi me lo fa fare!? perchè continuare a fare sacrifici?!

Malelingue e gente pronta ad ostacolare ci saranno sempre.Qualsiasi cosa facciamo!
Quindi, mettiamoci l'anima in pace, prendiamola con filosofia e, soprattutto, se crediamo davvero in quello che stiamo facendo, beh!, allora dobbiamo solo insistere ed andare avanti!
I sacrifici, indipendentemente da come si evolvono gli eventi, non sono mai inutili.

In altre parole... forza volotari !!!!!!!!!!!!!!!!

RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Tags

#tr313 #sansperate #sardegna #italia #areacani #aiutaticheilcieltiaiuta #animamundi #amministrazionecollu #viasunuraghe #intervista #video #docufilm #murales #estemporaneadiscultura

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2872

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2477

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce

 
Sei un amante degli animali?
Segui e sostieni i volontari nelle loro iniziative!