Area dedicata ai nostri "concittadini" a 4 zampe


Scritto da vani_ty
pubblicato il 05/01/2017
Categoria: zona rivalutata e ristrutturata
Letture: 2793 ( Aggiornato il: 22/02/2019 04:05 )
zona rivalutata e ristrutturata
Credits:

Habemus artifex!

Il primo murale che inizierà a dare lustro artistico al Parco di Via Su Nuraghe verrà realizzato da un gruppo di giovani artisti sardi, Colore Antigu.

Nicolas Grussu, Andrea Sabiucciu e Maddalena Laurenti  saranno i primi tre artisti a varcare la recinzione del "futuro" Parco realizzando la prima opera muraria che raffigurerà una delle caratteristiche principali dell'area: un'oasi verde aperta a tutti (residenti e non) dove anche gli amici a 4 zampe potranno sgambettare liberamente.

La vasta Area Cani mira a diventare fiore all'occhiello del Paese Museo con un'area innovativa e organizzata nei minimi dettagli per accogliere gli amici a 4 zampe;  un Parco che, oltre ad essere luogo di relax e svago, diventerà il fulcro di attività ed eventi a tema per sensibilizzare, educare e formare l’opinione pubblica.

Vivendo a San Sperate, i volontari non potevano non dare quel tocco artistico che ha caratterizzato il paese negli anni, simbolo di storia e tradizioni.

L'intento, come spiegato dagli stessi volontari, è quello di coinvolgere l'intera comunità e, se fosse necessario, creare il presupposto per un dibattito aperto su uno dei temi centrali delle nuove comunità: integrazione e partecipazione dei cani alla vita della città.

Come afferma la affidataria del progetto Adotta un'aiuola, Lidia Serra, che coordina anche il lavoro dei vari volontari nel nuovo (e futuro) Parco:

<< L'obiettivo principale di questo progetto è sensibilizzare la comunità su quanto sia importante l'integrazione dei nostri concittadini a quattro zampe all'interno della società.  È proprio per questo motivo che noi volontari faremo il possibile affinché questo parco diventi un punto d'incontro, di scambio per tutti i cittadini di San Sperate e non solo.

L'area sarà al centro di diverse iniziative che metteranno in risalto la natura artistica e storica del nostro amato paese dovei nostri amici animali saranno sempre gli ospiti d'onore. >>


Per addentrarci nei dettagli degli aspetti artistici del Parco ci rivolgiamo al referente dei volontari, Diego Magrì, che - in questi ultimi mesi – si sta prodigando nell’organizzare alcune originali iniziative con l’intento di valorizzare l’intera area con puro spirito sansperatino.

<< Il nostro intento - sottolinea Diego Magrì (che per semplicità chiameremo D.M.) - è quello di coinvolgere l'intera comunità e ci stiamo adoperando per portare a termine i vari obiettivi prefissati. Non è semplice, ma ci stiamo provando. >>

Da dove nasce l’idea del concorso?

D.M.:  << Cercavamo degli artisti disponibili a sposare la nostra causa e, soprattutto, disponibili a venirci incontro. Ripeto, siamo comuni cittadini e stiamo portando avanti l'intero progetto con il supporto dell’Amministrazione Comunale anche se, in mancanza di fondi, ci aiutano per quel che possono e nonostante alcuni intoppi. L’area è comunale e tale rimarrà. >>

Accennavi ad alcuni “intoppi”, del tipo?

D.M.: << Caratterialmente preferisco focalizzare l’attenzione sulle cose positive e sui nostri intenti. Abbiamo una marea di cose da fare e vorremmo creare qualcosa di originale, ben regolamentata e strutturata per la nostra comunità. Il resto, per quanto fastidioso possa essere, preferisco tralasciarlo. >>

Ok, quindi sorvoliamo.Tornando al discorso del concorso, dicevi?

D.M.: << Cercavamo artisti che comprendessero il valore affettivo di un amico a 4 zampe, l’importanza di creare strutture idonee per accoglierli, e che decidessero di mettersi in gioco insieme a noi.

Per dare pari opportunità a tutti abbiamo lanciato un appello su facebook chiedendo agli interessati un preventivo e una bozza dell'opera. Ovviamente, per tutelare l'artista, non ho mai inoltrato le bozze a nessuno. Per me era una questione di correttezza e rispetto, e tanto meno non ho mai accennato ad altri partecipanti le idee altrui. Cose scontate, ma ci tengo a precisarle.

Volevo che l'artista fosse libero di esprimere la propria creatività in base all'unico vincolo che avevamo: il tema dell’opera, l’ Area cani. >>

Avete fatto molta pubblicità?

D.M.: << A dir la verità non tanta anche perché, già dopo la prima pubblicazione, sono arrivate alcune adesioni interessanti. In alcuni casi ho contattato e presentato personalmente l’iniziativa agli artisti che conoscevo, in altri ho chiesto loro se potevano diffondere la notizia nel proprio ambiente. >>

E come siete arrivati alla scelta finale dell’artista?

D.M.:  << Diciamo che eravamo in procinto di scegliere già dopo le prime settimane poi, un giorno di fine novembre, mi è arrivato un messaggio da parte di un altro artista che aveva letto il nostro post facebook attraverso un passaparola.

Da lì è iniziato uno scambio di mail e di contatti telefonici, fino alla ricezione della bozza e del preventivo.

Quando ho aperto il file, la bozza mi ha subito colpito. Rispecchiava la nostra idea di Area Cani e teneva in considerazione anche l’ambiente circostante, come ad esempio la pianta di melograno presente vicino alla parete. Inoltre, conoscendo la storia del nostro progetto e la nostra situazione (sono semplici cittadini che, a differenza delle associazioni, non usufruiscono di finanziamenti pubblici, ndr), ci sono venuti incontro con il prezzo.

Ho parlato con Nicolas e ci siamo anche incontrati per vedere dal vivo la parete. La sua disponibilità, la sua voglia di fare, la sua cura del dettaglio, il suo intento nel creare qualcosa di unico e che ci potesse dare anche la possibilità di "premiare" chi ci sosterrà, ha fatto il resto. E' stata la ciliegina sulla torta. >>

Cosa intendete per "premiare"?

D.M.:  << Fin dall'inizio di questa avventura avevo in mente qualcosa per rendere partecipe la comunità. Qualcosa di originale che potesse avvicinare e coinvolgere direttamente tutti, soprattutto i bambini.

E una di queste idee si concretizzerà con l'iniziativa "Adotta il murale".

Per finanziare l'opera, essendo semplici cittadini e non avendo molti fondi a disposizione, dovremmo avviare una campagna di raccolta fondi, la cosiddetta colletta.

Per non chiedere soldi senza dare in cambio qualcosa e per far in modo che chi ci tenderà una mano possa sentirsi legato al murale ed avere un ricordo indelebile, con Nicolas abbiamo ideato la possibilità di aggiungere delle impronte colorate per tutti coloro che parteciperanno alla colletta.

Durante la raccolta fondi distribuiremo delle mini-ricevute in modo tale che, nel giorno dell'inaugurazione del Parco, chi ci ha donato almeno 5 euro potrà presentarsi dall'artista con il tagliandino e farsi guidare per lasciare la propria impronta. E non sarà l’unica sorpresa.

Voglio che rimanga un bel ricordo per tutti.  >>

Avete già scelto comeavviare la raccolta fondi?

D.M.:  << A tal proposito ci sono in ballo varie soluzioni. Ci muoveremo su più fronti. L’idea è quella di promuovere le varie iniziative capillarmente sul territorio, e non solo a San Sperate.

Non appena le realizzeremo procederemo con la pubblicazione dei dettagli. >>

Anticipazioni sull’inaugurazione del Parco? Data?

D.M.:  << Purtroppo ancora non abbiamo una data perché dobbiamo ultimare alcuni lavori, di cui alcuni di competenza del Comune.

L’unica cosa che possiamo anticipare in questo momento è che l’inaugurazione sarà una giornata di festa, soprattutto per i bambini. Coinvolgeremo tutti con specifici eventi a tema oltre, ovviamente, all’inaugurazione del primo murale.   

In realtà abbiamo anche altre iniziative artistiche in mente ma su questo preferisco mantenere il riserbo perché ci sono ancora alcuni dettagli da definire. >>

Ok, allora rimaniamo in attesa di un vostro aggiornamento.

D.M.:  << Certo! Proprio per questo motivo abbiamo creato una pagina facebook dedicata al Parco di Via Su Nuraghe dove chiunque potrà seguirci e rimanere aggiornato in tempo reale sui lavori in corso e sulle varie iniziative, incluse quelle artistiche. Promuoveremo e pubblicizzeremo tutto: dagli artisti a coloro che ci sosterranno. E’ anche un modo per dimostrare la nostra trasparenza sotto ogni aspetto. Visitateci e seguiteci! >>

Una considerazione finale?

D.M.:   << Prima di tutto vorrei ringraziare tutti gli artisti, sardi e non, che hanno partecipato al concorso Un murale per i concittadini a 4 zampe.  Era la prima volta che ne organizzavo uno, e non nascondo che avevo qualche timore.

Questa prima opera muraria sarà unica ed originale! Lo stesso Nicolas ci ha garantito che il disegno generale e persino i singoli soggetti non verranno mai riprodotti in nessun’altra parete. Sarà un murale che potrà essere ammirato solo e soltanto nel Parco di Via Su Nuraghe a San Sperate.

Sono convinto che quest’area, fino a qualche mese fa, abbandonata e degradata sarà unica nel suo genere, e il giorno dell'inaugurazione sarà una vera e propria festa, soprattutto per i bambini.>>

Colgo l’occasione per ringraziare Lidia Serra e Diego Magrì per la loro disponibilità.

E’ sempre un piacere vedere e documentare simili iniziative che “fioriscono” dalla passione ed ambizione di comuni cittadini il cui unico obiettivo è creare qualcosa di utile e all’avanguardia nell’interesse del proprio paese.

Cos’altro aggiungere: personalmente faccio il mio più sincero “in bocca al lupo” a tutti i volontari.


Se volete seguire tutte le iniziative dei volontari di Anima Mundi, conoscere lo stato dei lavori, la data dell’inaugurazione, gli eventi in programma, come partecipare alla raccolta fondi etc.. seguite la pagina, realizzata dagli stessi volontari, dedicata al Parco di Via Su Nuraghe direttamente su facebook.

Se volete conoscere i ragazzi di Colore Antigu, visitate la loro pagina facebook.

Per conoscere tutta la storia dell’Area, fin dai suoi albori, scorrete la traccia attraverso la gallery.

RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Tags

#tr313 #sansperate #sardegna #italia #areacani #aiutaticheilcieltiaiuta #animamundi #amministrazionecollu #viasunuraghe #intervista #video #docufilm #murales #estemporaneadiscultura

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2837

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2443

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
murales

I custodi del Tempo

Giulio Ledda

opere varie

Cestini artistici a Largo San Giacomo - Messina - Sicilia

Giorgia Minisi,Mariaceleste Arena,Christian Mangano,Ilenia Delfino

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce

 
Sei un amante degli animali?
Segui e sostieni i volontari nelle loro iniziative!