I Love Graffiti - La sfida: Street Art contro Graffitismo?


Scritto da gea-staff
pubblicato il 19/02/2017 aggiornato il 04/08/2017
Autore: Nero,Matz
Categoria: writing
Letture: 869 ( Aggiornato il: 20/02/2019 21:05 )
writing
Credits:

Da Iglesias arriva la grande murata dei due writer Nero Matz. Un pezzo geniale, pungente e sarcastico allo stesso tempo che punta i riflettori sull'eterno e continuo conflitto tra due stili e filosofie di vita: Street Art e Graffiti. Street artists e Writers.

Anche se non tutti sanno, oramai in quasi ogni città, è in corso una guerra tra due stili di vita e filosofie diverse e contrapposte. Una guerra con un unico scopo: la conquista di uno spazio in città.
Uno scontro e un risentimento accentuati soprattutto negli ultimi anni dalla scelta di molte Amministrazioni Comunali di assegnare - "legalmente" - alcuni spazi della città a street artist, alcuni anche alle prime armi, con l'intento di riqualificare zone degradate e abbandonate. Muri che spesso si ritrovano in zone territorio storico dei writers locali, o muri "legali" ottenuti dagli stessi writers dopo anni di lunghe e dure battaglie.
In alcune città italiane questo scontro si è manifestato con veri e propri atti di "guerriglia" (artistica) combattuta a suon di bomboletta e pennellate, sia durante i lavori di realizzazione di alcuni murales che post inaugurazione. Infatti, dopo la cancellazione di alcuni graffiti, alcuni writers si sono "ripresi" i propri spazi, in alcuni casi, lasciando scritte esplicite di denuncia contro il business della street art considerata "venduta".
Non tutti sanno, infatti, che per la strada esistono delle regole non scritte e una di queste è la famosa legge del taglione: chi copre qualcuno sarà a sua volta coperto.

Ovviamente non è questo il caso in quanto i due writers isolani hanno espesso, con una buona dose ironica (anche questa è arte, ndr), il loro punto di vista nella palestra N2 della città.

Da un lato hanno rappresentato la Street Art raffigurandola attraverso un barattolo di vernice (street artist) con occhialini da intellettuale, un papillon e, nelle mani, un rullo e un libro di arte. Dall'altra parte il writer raffigurato nella sua semplicità e con l'unico attrezzo del mestiere: una bomboletta spray.
Una sfida, o per alcuni una guerra (artistica, ovviamente), combattuta a suon di murate. Da un lato anni di studi su libri, dall'altra anni di studi sui muri per affinare la tecnica. Da un lato pezzi realizzati di notte evitando sguardi indiscreti, dall'altro pennellate realizzate sotto gli occhi compiacenti delle autorità locali. Queste sono solo alcune delle varie sfaccettature di mondi diversi.

Quando ho visto per la prima volta questo pezzo, la parte che mi ha fatto sorridere di più, è il writer che, con sorriso sarcastico, sbuca dall'oscurità della notte, sopra il muro, e che aggiunge la sua scritta "graffiti" su "I Love Art" mentre lo street artist e il writer discutono.


Non è la prima volta che ammiriamo un vostro pezzo. Lavorate bene insieme ..
Nero: << Con Matz ho affinità totale sia come persona che come artista. Ci conosciamo oramai da tantissimi anni, prima ancora di entrare in Saf. Quando disegno con lui è sempre un piacere, le murate nascono spontaneamente. E questo pezzo ne è un esempio. >>

Come è nata l'idea?
Nero: << L'idea è stata sua, come spesso accade. Mi ha proposto questo contest in cui evidenziare le differenze tra i due mondi. Sia chiaro, non vuole essere assolutamente un attacco alla Street Art, bensì una distinzione perchè ultimamente c'è molta confusione quando si parla di Urban Art. Spesso la gente confonde street art con graffiti e simili.
Lui ha voluto giocare su questi aspetti, con uno tema cartoon e i nostri pezzi in primo piano. Da un lato gli spray, iconografia dei graffiti, in conflitto con il rullo e il secchio di vernice, tipico della street art. >>

E visto che ci siamo, e abbiamo la disponibilità di Matz, approfittiamo e rivolgiamogli alcune domandine.

Matz, Nero ci ha detto che è stata una tua idea. Ci potresti dire la tua opinione?
Matz: << Oggi purtroppo esiste un gran confusione e i cosìddetti "street artist" spesso hanno poco sia di street che di artist. Se proprio vogliamo dirla tutta e approfondire il discorso, questa (street artist, ndr) è un'etichetta che è stata affibbiata dai giornalisti a qualsiasi personaggio che, intorno agli anni 2000, si armava di poster e colla o stencil o ancora tinta e rullo (da qui la nostra citazione) per riempire la città di immagini ripetitive e di scarso valore artistico (art bullshit).
Sono stati creati persino grossi eventi nazionali e internazionali e tutta una serie di marketing che ha poi spostato l'attenzione solo ed esclusivamente sul lucro e le gallerie.
I media hanno utilizzato la parola Street Art per differenziarla da noi writers, da sempre considerati vandali al di fuori di qualsiasi regola che - per carità - agli occhi di una persona estranea al movimento potrebbe anche sembrare.
La differenza è che i veri writers, quelli che la strada la vivono tutti i giorni, hanno codici ben precisi di rispetto, anni e anni di studio alla spalle e creano le loro opere principalmente per piacere personale e senza scopo di lucro, al di fuori da ogni tipo di condizionamento. >>

Chiarissimo. Vuoi aggiungere qualcos'altro prima di salutarci?
Matz
: << Si. Una precisazione. Vorrei aggiungere che, tra i cosiddetti street artist, esistono anche persone meritevoli di attenzione e rispetto con le quali anche i writers si confrontano e collaborano al fine di creare pura e semplice arte. >>

Cos'altro aggiungere. Secondo la mia banalissima opinione, ci sono opere e opere; ci sono graffiti straordinari come del resto ci sono straordinari murales. In linea con l'opinione di Matz e Nero. Forse l'unica cosa che mi verrebbe da aggiungere e che entrambi i "mondi" dovrebbero avere stesse opportunità e stessi "privilegi".
Alla fine sarà il tempo a giudicare e stabilire chi è un Artista: writer o street artist che sia.

E voi cosa ne pensate? Qual è la vostra opinione?
La sfida è aperta!


Complimenti Nero e Matz, e grazie per la vostra disponibilità!
Buona murata!

RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Nero (Saf Crew)
MATZ (Saf Crew)

Tags

#tr464 #iglesias #sardegna #italia #writer #writing #safcrew #characters #lettering #ilovegraffiti #matz #nerosardosfrades #streetartvsgraffiti #graff #graffiti #intervista

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2837

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2442

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
murales

I custodi del Tempo

Giulio Ledda

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce