Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna


Scritto da gea-staff
pubblicato il 18/05/2018
Autore: Francesco Del Casino
Categoria: pedrales
Letture: 2392 ( Aggiornato il: 11/12/2018 23:05 )
pedrales
Credits: antonmoon46

Il filone artistico di quest'opera è pedrales, termine coniato e depositato dall'artista di Orgosolo Teresa Podda nel 2014.

Il pastore a riposo è stato il primo pedrales realizzato nel 1982 dal papà dei murales di Orgosolo, il prof. Francesco Del Casino, e lo potete ammirare nella Strada provinciale 58 (SP58) in direzione di Orgosolo (NU).

Nell'ottobre del 2016, in occasione delle Cortes Apertas, il pedrales è stato restaurato ritornando ai colori - vivi - originali. Gli artisti che hanno reso possibile questa nuova "colorata" rinascita sono stati: Teresa Podda, Pino Muggianu e Bustianu Manca.

Come tiene a precisare la stessa Teresa, l'opera è intitolata "Il pastore a riposo" e rappresenta un pastore, con il berretto sardo, sdraiato con la mano appoggiata sopra una pietra (la pancia) e una sigaretta fra le dita.

Per correttezza, ed ai fini informativi, vi segnaliamo che sull'opera c'è stata - fin dagli albori - qualche polemica. E ritroviamo qualche strascico anche ai giorno nostri.
Negli anni sono circolate persino informazioni errate come, ad esempio, quelle che attribuivano all'opera un significato ed un nome completamente errato: Il bandito a riposo.

Secondo un'altra versione, portata avanti dalla pagina di Orgo Solo in un apposito post, l'opera è intitolata L'indiano e raffigura, come riporta la testimonianza di Gonaria S, un indiano appostato con una pietra in mano intento a combattere gli oppressori. I bianchi.

Teresa:<< L'indiano è un errore tipografico. O meglio. Fotostudio Kikinu che aveva commissionato l'opera senza assegnare un titolo e il tipografo, che non era di Orgosolo, prese l'iniziativa e le attribuì il nome de "L'indiano". Come fa ad essere un indiano?! In più è senza piuma e con il berretto sardo. >>

Per chiarire definitivamente le voci su questo storico pedrales abbiamo chiesto direttamente al papà dell'opera, il prof. Francesco Del Casino, che - ovviamente - ringraziamo per la sua disponibilità e gentilezza.

<< No, non si tratta di un indiano. In quel periodo - ricorda il prof. Del Casino - avevamo realizzato altri pedrales in quella zona. In una sporgenza nella parte alta c'era una pietra che ricordava, nella forma, una casa. E la dipingemmo con un paio di ragazzi nonostante arrivarci non fosse stato semplicissimo. Sempre con i ragazzi della scuola, nella stessa zona, dipingemmo anche alcune pietre dando vita a delle pecore ma il tempo le ha cancellate. Mentre in basso, a valle, dove i pastori scendevano per riposarsi avevamo individuato quel grande masso. E da lì è nata l'idea di raffigurare un pastore in un suo momento di relax, a fine giornata. Nella mano realizzammo anche una sigaretta "fumante". >>

Fin dall'inizio quest'opera, come ci ha spiegato lo stesso professore, ha sempre rappresentato per gli orgolesi una sensazione di calore e di rassicurazione tipica del "finalmente a casa". Era un punto di riferimento per tutti coloro che, viaggiando soprattutto in pullman,  passavano da lì (c'è una fermata nei pressi del pedrales, ndr).
A confermarlo è un ricordo di Teresa:<< Quando eravamo studenti, rientrando in pullman da Nuoro, capivamo di essere arrivati - finalmente - a casa non appena intravedevamo in lontananza Il Pastore. >>

RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Fonti
Teresa Podda Orgosolo
Anna Corraine
Orgo Solo

Tags

#tr373 #orgosolo #sp58 #nuoro #sardegna #pedrales #francescodelcasino #pastoreariposo #indiano #pellerossa #oppressionedeibianchi #cortesapertas2016 #1982 #restauro #teresapodda #pinomuggianu #bustianumanca #primopedrales #italia #gonaria #polemica #fotostudiokikinu

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2805

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2392

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (194)

Scatti (937)

 
Ultima ora: Le più lette
opere varie

Cestini artistici a Largo San Giacomo - Messina - Sicilia

Giorgia Minisi,Mariaceleste Arena,Christian Mangano,Ilenia Delfino

 
Ultime pubblicazioni
statue e sculture

Madonna d’Ogliastra

Pinuccio Sciola

 
Scopri l'originalità ed i caratteristici pedrales di Orgosolo.
Scopri Orgosolo e i suoi murales. Prenota le visite autoguidate multilingue!