Omaggio alla Beata Antonia Mesina - Orgosolo


Scritto da gea-staff
pubblicato il 19/10/2016 aggiornato il 20/10/2016
Autore: Teresa Podda
Categoria: pedrales
Letture: 647 ( Aggiornato il: 20/07/2019 00:05 )
pedrales
Credits:

Un imponente pedrale dipinto dall'artista orgolese Teresa Podda e Vincenzo Floris, presso l'altopiano conosciuto come S'Ispadularju, in onore della Beata Antonia Mesina.

L'opera è stata realizzata i primi di maggio del 2016 nella zona in cui viene organizzato - ogni anno - il pranzo comunitario in suo onore.

Per chi conosce la storia di Antonia Mesina comprenderà meglio una citazione dell'artista Teresa Podda e il profondo significato di questo monumento: <<Con le pietre e' stata uccisa e dalle pietre l' abbiamo fatta rinascere>>.

Di seguito, come approfondimento, vi proponiamo la biografia tratta da Wikipedia:


Biografia - Antonia Mesina
(Orgosolo, 21 giugno 1919 – Orgosolo, 17 maggio 1935)

Antonia Mesina nacque a Orgosolo, centro barbaricino in provincia e diocesi di Nuoro.
Era la seconda dei dieci figli di Agostino Mesina, guardia campestre, e Grazia Rubanu. Venne battezzata nella parrocchia di San Pietro e ricevette la Cresima, il 10 novembre 1920, dalle mani del vescovo di Nuoro Luca Canepa.

All'età di sette anni ricevette la prima Comunione. Fece parte della Gioventù Femminile di Azione Cattolica, dal 1929 al 1931 come beniamina, dal 1934 come socia effettiva.

La mattina del 17 maggio 1935, dopo aver partecipato alla messa in parrocchia, si recò nelle campagne attorno al paese in cerca di legna, necessaria per la cottura del pane in casa.
Per strada incontra una vicina di casa, Annedda Castangia, in seguito principale testimone dei fatti al processo penale e di beatificazione.
Mentre le due giovani sono impegnate a legare in fasci la legna raccolta, distanti tra loro alcune decine di metri, Antonia Mesina viene aggredita dal giovane compaesano ventunenne Ignazio Catgiu, che la trascina fra i cespugli e tenta di violentarla.
Non riuscendo nel suo intento, Catgiu massacra la ragazza con 74 colpi di pietra, come appurato dall'autopsia. L'ultimo colpo, inferto con una grossa pietra, le spaccò il cranio e le sfigurò il viso.
Antonia Mesina non aveva nemmeno sedici anni quando venne uccisa.
I funerali, partecipati da tutta Orgosolo, si tennero il 19 maggio.
Ignazio Catgiu, venne preso e condannato a morte il 27 aprile 1937, sentenza eseguita mediante la fucilazione avvenuta il 5 agosto dello stesso anno a Pratosardo nel comune di Nuoro.




RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Se desiderate approfondire la storia di Antonia Mesina potete visitare la pagina facebook a lei dedicata.

Tags

#tr378 #orgosolo #nuoro #sardegna #italia #sispadularju #teresapodda #vincenzofloris #pedrales #beataantoniamesina #biografia

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2942

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2553

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce

 
Scopri l'originalità ed i caratteristici pedrales di Orgosolo.
Scopri Orgosolo e i suoi murales. Prenota le visite autoguidate multilingue!