Omaggio a Irma Bandiera, simbolo della Resistenza - Bologna


Scritto da gea-staff
pubblicato il 22/05/2017 aggiornato il 25/04/2018
Autore: Orticanoodles
Categoria: murales
Letture: 260 ( Aggiornato il: 20/02/2019 21:05 )
murales
Credits: robbieoliva

L'opera  è stata realizzata a Bologna dal duo Orticanoodles, Wally (Carrara) e Alita (Milano), nella facciata della scuola pubblica elementare Bombicci dell’Istituto Comprensivo 8 alla vigilia del 72esimo anniversario della Liberazione (24 Aprile 2017).

Gli artisti si sono aggiudicati, insieme all'associazione Cheap, il contest annuale online indetto da Renner, La buona vernice, per la promozione di 10 progetti no-profit con rilevanza socio-culturale. Il loro progetto dedicato alla Memoria ha voluto omaggiare l'icona della resistenza antifascista bolognese: Irma Bandiera (Bologna, 8 aprile 1915 – Bologna, 14 agosto 1944), nome di battaglia Mimma.
La scuola, sempre in prima linea sui temi legati alla resistenza e alla memoria, si trova nel quartiere Porto-Saragozza dove è nata e cresciuta Mimma e nei pressi della via a lei dedicata.

Mimma si era arruolata nei partigiani della 7a Brigata GAP Garibaldi Gianni. Dopo aver trasportato armi alla base di Castel Maggiore venne arrestata dai fascisti e torturata affinché svelasse tutti i nomi dei suoi compagni. 14 agosto del 1944, a seguito del suo "coraggioso" silenzio, venne prima accecata e successivamente fucilata al Meloncello. Il suo corpo venne abbandonato per strada (che oggi porta il suo nome, ndr), di fronte alla casa dei suoi genitori, per un giorno intero come monito per i ribelli.

Diventata subito un simbolo e un esempio per le donne e gli uomini della Resistenza, dopo la Liberazione fu insignita della Medaglia d’oro al Valore militare come "Prima fra le donne bolognesi ad impugnare le armi per la lotta nel nome della libertà".

I due artisti hanno scelto di raffigurare Mimma sorridente come la ritrae una celebre foto, ed hanno aggiunto anche una citazione di Sandro Pertini:
<< Coerenza è comportarsi come si è e non come si è deciso di essere >>

Irma Bandiera

Poco prima di essere fucilata, i fascisti concessero a Mimma di scrivere una lettera per i suoi familiari:
<< A voi incomberà il dovere di addolcire il dolore di mia madre. Ditele che sono caduta perché quelli che verranno dopo di me possano vivere liberi come l’ho tanto voluto io stessa. Sono morta per attestare che si può amare follemente la vita e insieme, accettare una morte necessaria. Caro figlio, non posso scriverti tutto quello che sento, ma quando sarai grande e ti immedesimerai nella mia situazione, allora capirai. Non consideratemi diversamente da un un soldato che va sul campo di battaglia, sento il volere di Dio e con letizia voglio che esso si compia. Credo che questa sera avverrà, avrei tanto voluto vedere tempi nuovi. Mio caro marito, il mio ultimo respiro sia ancora di ringraziamento al destino, che mi ha concesso di amarti e di vivere sette anni con te. Avrei tanto voluto vederti ancora una volta, ma poiché non mi sono concessi favori, sono troppo fiera per fare una richiesta inutile >>.


Nella strada a lei intitolata è presente una lapide alla sua memoria con la seguente citazione:

Irma Bandiera
Eroina nazionale
1915 - 1944
Il tuo ideale seppe vincere le torture e la morte
La libertà e la giovinezza offristi
Per la vita e il riscatto del popolo e dell'Italia
Solo l'immenso orgoglio attenua il fiero dolore
Dei compagni di lotta
Quanti ti conobbero e amarono
Nel luogo del tuo sacrificio
A perenne ricordo
Posero





RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Tags

#tr539 #bologna #irmabandiera #mimmabandiera #resistenza #antifascista #murales #orticanoodles #medagliadoroalvalore #sandropertini #associazionecheap #renneritalia #labuonavernice #istitutobombicci #barbaratrip_

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2837

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2442

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
murales

I custodi del Tempo

Giulio Ledda

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce