Movimento - Prima tappa del tributo ad Antonio Gramsci (Ca)


Scritto da gea-staff
pubblicato il 24/08/2017 aggiornato il 25/08/2017
Autore: Manu Invisible
Categoria: street-art
Letture: 556 ( Aggiornato il: 10/12/2018 09:05 )
street-art
Credits:

Il live painting, intitolato Movimento, realizzato a Giugno 2017 dal writer Manu Invisible in omaggio all'illustre personaggio sardo Antonio Gramsci, uno dei protagonisti della letteratura italiana del XX secolo e grande uomo politico.

L'intervento artistico è stato realizzato presso la Galleria Comunale d'Arte di Cagliari in concomitanza del Festival - Leggendo Metropolitano per il progetto Questa è la tua terra.

Il Live painting (2,5 x 12 m) rappresenta la prima tappa di un "viaggio" artistico che il writer Manu Invisible realizzerà in Sardegna come tributo ad Antonio Gramsci (Ales, 22 gennaio 1891 – Roma, 27 aprile 1937). Un viaggio, la prima di quattro tappe, partito l' 8 Giugno 2017 da Cagliari e che si concluderà a Santu Lussurgiu.

Il Live, in un pannello O.S.B (Oriented Strand Board, pannello di scaglie orientate), ha aperto ufficialmente il progetto Questa è la tua terra curato da Raffaella e Bruno Venturi e supportato dall'Assessorato alla Cultura e dai Musei Civici di Cagliari in occasione delle celebrazioni degli ottanta anni dalla morte di Antonio Gramsci.
<< Colgo l'occasione - sottolinea Manu - per ringraziare Raffaella e Bruno Venturi, i curatori del progetto e la rete Nino dove sei? >>

La notizia dell'intervento era iniziata a circolare già da qualche settimana prima, attraverso un post sul social dello stesso artista, che preannunciava la sua partecipazione al progetto stuzzicando la curiosità e la fantasia di tutti i suoi fans con la pubblicazione della lettera iniziale dell'opera: "M".

L'idea artistica nasce dall'intento (riuscito!) del writer di immortalare un aspetto della vita, dei pensieri e dei desideri di Gramsci racchiudendoli in un'unica parola rappresentativa.
Da qui: Movimento.

Movimento contro il suo status:
La contrapposizione fra il suo status di prigioniero, quindi rinchiuso in uno spazio angusto e claustrofobico (per parecchio tempo Gramsci è stato in isolamento, ndr), e il potere della sua mente che, attraverso il pensiero, riusciva ad "evadere" e raggiungere qualsiasi metà.

Movimento
per raggiungere la sua amata terra
:
L'ardente voglia che Gramsci meditava nel voler far ritorno, dopo la scarcerazione, nella sua amata terra. La Sardegna. In particolare modo a Santu Lussurgiu ove frequentò gli studi ginnasiali (1905 - 1908).ma dove non arrivò mai a causa del peggioramento delle sue condizioni di salute dovute al duro regime carcerario. (qui vi è anche un richiamo al Festival, ndr)

Movimento
contro le proprie condizioni di salute
:
In riferimento alle sue condizioni di salute, già precarie fin dall'infanzia, a causa del morbo di Pott, una tubercolosi ossea che lo aveva deformato e impedito di crescere regolarmente in altezza. E, come riportato nel post dell'artista, "una postura che la stessa madre cercava di correggere sospendendolo in aria con funi e pesi". 

RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Manu Invisible - Facebook



Scopri la seconda tappa del viaggio artistico di Manu InvisibleErrore di sistema 

Scopri qualche curiosità su Antonio Gramsci


Nella bella foto, recuperata dal profilo facebook dell'artista, potete ammirare anche l'opera:
I Dormienti di Mimmo Paladino.

Tags

#tr567 #cagliari #sardegna #italia #antoniogramsci #movimento #manuinvisible #regimefascista #galleriacomunaledarte #ninodovesei #idormienti #mimmopalladino #streetart #graffiti #gramsci

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2804

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2391

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (194)

Scatti (937)

 
Ultima ora: Le più lette
murales

I custodi del Tempo

Giulio Ledda

murales

San Nicolò Gerrei: pace e guerra

Ciro Francioso,Oriol Caminal Martinez

 
Ultime pubblicazioni
statue e sculture

Madonna d’Ogliastra

Pinuccio Sciola