Brigata Sassari - I Diavoli Rossi - Sardegna


Scritto da gea-staff
pubblicato il 01/12/2017
Categoria: cultura e tradizioni
Letture: < 200 ( Aggiornato il: 20/02/2019 02:05 )
cultura e tradizioni
Credits:

La Brigata Sassari venne costituita il 1° Marzo del 1915 da due reggimenti: il 151° e il 152° fanteria, rispettivamente a Tempio Pausania (SS) e a Sinnai (CA).

Sul campo di battaglia, nel giro di pochi mesi, la Brigata conquistò fama e gloria a tal punto da essere etichettata con timore, dagli stessi nemici, come diavoli rossi (Rote Teufel) sia per il colore delle mostrine che, soprattutto, per la violenza nei duelli corpo a corpo grazie alla loro.agilità e bravura nell'uso di baionette e coltelli.

In quel conflitto mondiale la Brigata era l'unica formazione dell'esercito reclutata esclusivamente su base regionale, di cui oltre il 90% apparteneva alle categorie dei contadini e pastori. E la ragione di tale scelta, ancora oggi, è poco nota. 

Alcune testimonianze raccolte da Daniele Lostia Falchi di Orotelli, detto Lelle, legano la nascita dei Dimonios (diavoli in sardo, ndr) ad un evento puramente casuale. O meglio, la scelta sarebbe stata influenzata dall'esito di una rissa furiosa in cui un gruppo esiguo di sardi diede una "sonora e memorabile lezione" al resto del reggimento di appartenenza: l'artiglieria Fortezza da Costa di Genova. 
Dopo quell'episodio un generale propose l'idea direttamente allo Stato Maggiore sostenendo che: "se è vero che un gruppetto di sardi è riuscito a sbaragliare un intero reggimento, con un'intera brigata costituita da soli sardi avrebbero potuto vincere qualsiasi guerra". 

Da qui nacquero i temutissimi Diavoli Rossi.


RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Tags

#tr625 #brigatasassari #sardegna

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2836

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2442

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
street-art

Graffiti - Cagliari - Sardegna

La Fille Bertha,Alessio Errante

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce