Capua: Dimore di tutto ciò che divinissimo e santissimo


Scritto da gea-staff
pubblicato il 20/05/2018 aggiornato il 21/05/2018
Autore: Mafonso
Categoria: statue e sculture
Letture: < 200 ( Aggiornato il: 20/02/2019 01:05 )
statue e sculture
Credits: Mafonso

La scultura monumentale Dimore di tutto ciò che è divinissimo e santissimo (380x145x200) è stata progettata dall'artista Mafonso nel 2006 ed è stata collocata nella Villa Comunale intitolata a Lord Robert Baden Powell, fondatore del gruppo AGESCI (1907), a Capua (Campania) nel 2010.

La scultura (380x145x200) in acciaio corten sagomato al plasma è stata progettata nel 2006 da Mafonso (Frattaminore, 12 novembre 1948) e nel 2010 è stata installata presso la Villa Comunale Baden Powell Capua, in provincia di Caserta (Campania), su richiesta del Comune. 
Il suo titolo Dimore di tutto ciò che è divinissimo e santissimo è stato tratto da un passo del Timeo di Platone, datato 360 a.C..

L'opera è stata posizionata nella Villa comunale ed inaugurata il 21 marzo 2010.

Di seguito potete leggere la descrizione critica/storica dell'opera di Mafonso da parte del prof. Lorenzo Canova, storico e critico dell'arte:
<< L'opera, che prende il titolo da un passo del Timeo di Platone nasce dall'interesse di Mafonso per la testa umana, un elemento centrale nella sua poetica, tema che l'artista ha trattato qui con una rappresentazione ternaria modulata su tre profili sagomati e quasi incisi nell'acciaio, "disegni" allo stesso tempo leggeri e incombenti che sorgono dalla scabra materia del metallo raschiato e lasciato nella vivezza delle sue asperità. Questa severa e rigorosa traccia grafica che gioca tra icona e astrazione si trasforma così in una sorta di metafora dell'intelletto (collocato non a caso dal Demiurgo platonico proprio nella testa, simile al cosmo nella sua circolarità) che si solleva dal caos e dalla pesantezza della materia terrena, in un omaggio che l'artista ha voluto rendere alla sovrumana bellezza della nostra umanità, al suo elemento atemporale ed eterno, alla perenne presenza e creatrice del nous nella relazione dialettica tra microcosmo e macrocosmo, tra il divino e l'umano“ >>.

[ Un estratto dal video allegato: ]


RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Mafonso

Tags

#tr714 #capua #campania #mafonso #sculture #timeodiplatore

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2836

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2442

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
street-art

Graffiti - Cagliari - Sardegna

La Fille Bertha,Alessio Errante

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce