I'm a B BOY - Un tributo ai ballerini di break dance della 2


Scritto da gea-staff
pubblicato il 25/11/2016 aggiornato il 03/08/2017
Autore: Nero
Categoria: writing
Letture: < 200 ( Aggiornato il: 23/05/2019 22:05 )
writing
Credits:

I'm a B BOY rappresenta un tributo a tutti i ballerini di break dance, in particolare a Daniele Boogiegun Cortese e tutti i B BOYS della 2.  

Non a caso il writer Nero ha realizzato questo spettacolare pezzo in una sala della 2, nota palestra di Iglesias, dove i ragazzi si allenano quotidianamente.
Anche la parete scelta non è casuale, ma è stato utilizzato il muro in cui è presente uno specchio utilizzato dai breakers per osservare le varie mosse durante l'allenamento.
Nero ha disegnato il pezzo e poi ha riposizionato lo specchio in modo tale da creare un'interazione con l'ambiente e, in particolare, con uno "strumento" usato dagli stessi breakers (Vedi foto successiva per l'effetto finale).

Non esiste una precisa origine del termine B-Boy ma, molto probabilmente, venne coniato a New York nel 1969 da DJ Kool Herc, uno dei pionieri dell'hip hop.
Infatti, durante le sue performance, era solito urlare "b-boys go down!" per invitare i vari ballerini di breakdance presenti a "scatenarsi".
Lo stesso Kool Herc, in un'intervista, svelò il significato della "b" che, in inglese, sta per "broke" (fuori di testa).
"Fuori di testa" erano considerati i ballerini che nei break (pause) dei brani musicali si esibivano rapidamente improvvisando passi di danza.


Iglesias - Novembre 2016 - Freestyle


RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Nero - Facebook 

Tags

#tr414 #iglesias #sardegna #italia #nerosardosfrades #bboy #hiphop #viaenricototi

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2901

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2500

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
opere varie

Cestini artistici a Largo San Giacomo - Messina - Sicilia

Giorgia Minisi,Mariaceleste Arena,Christian Mangano,Ilenia Delfino

murales

Alice nel paese delle meraviglie

Massimo Cocco,Antonio Russo

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce