Salvatore Doddore Meloni - Attivista indipendentista sardo


Scritto da gea-staff
pubblicato il 28/11/2017 aggiornato il 04/12/2017
Categoria: cultura e tradizioni
Letture: 206 ( Aggiornato il: 20/06/2019 12:05 )
cultura e tradizioni
Credits:

Salvatore Meloni, detto Doddore, è nato a Ittiri, il 4 maggio 1943, ed è deceduto nel carcere di Uta, il 5 luglio 2017, a seguito di uno sciopero della fame e della sete in segno di protesta.

E' stato leader del movimento Meris in domu nostrà (Padroni in casa nostra) e Par.i.s (Partidu indipendentista sardu).


Salvatore Doddore Meloni (Ittiri, 4 maggio 1943 - Uta, 5 luglio 2017)

La vita di Doddore è sempre stata intrisa, come qualcuno ha spesso ha sottolineato, "fino all'osso", da quel desiderio ardente di vedere la propria terra, la Sardegna, libera e indipendente dall'ingerenza di quello Stato centrale, incapace di comprenderne e valorizzarne l'anima.

La sua carriera politica iniziò negli anni 70, quando entrò a far parte del Movimento Sociale Italiano di Terralba. Successivamente, agli inizi degli anni 80, aderì al PSd'Az, il Partito Sardo d'Azione (Partidu Sardufondato nel 1921 da ex-combattenti della Prima guerra mondiale, provenienti principalmente dalla Brigata Sassari, fra cui Emilio Lussu.
 
7 dicembre 1981 - Emendamento choc
Il 7 dicembre 1981, durante il XX Congresso del PSd'Az a Porto Torres, Doddore si fece promotore, insieme ad altri compagni, di un emendamento per apportare una modifica radicale e rivoluzionaria dell'articolo 1 dello Statuto: l'inserimento del termine indipendenza nel testo, intesa come "autonomia" dallo Stato Italiano. 
Emendamento approvato.

14 dicembre 1981
Il 14 dicembre, qualche giorno dopo il Congresso, Doddore venne arrestato a seguito del ritrovamento di esplosivo [1] nella sua casa di Terralba, con l'accusa di aver compiuto l'attentato dinamitardo nella sede della Tirrenia a Cagliari (ottobre 1981) e di preparare un golpe indipendentista programmato per la notte di Natale.
Fu il primo caso in tutta l'Italia di condanna per cospirazione politica e associazione sovversiva contro la integrità, l'indipendenza e l'unità dello Stato. Gli venne revocato persino il diritto di voto e l'interdizione perpetua dai pubblici uffici. 
Seguirono 9 anni di detenzione, di cui 8 mesi in isolamento, e una serie di scioperi della fame in segno di protesta contro quella che riteneva - e non era il solo - una vera e propria persecuzione politica messa in atto allo scopo di impedirgli la propaganda indipendentista.

26 agosto 2008 - Malu Entu
Dopo decenni di "silenzio", nel 2008, Doddore balza nuovamente agli onori della cronaca.
Come promesso dopo l'uscita dal carcere a fine anni 80, al compimento del 65esimo anno d'età, riprese il suo progetto politico fondando il PAR.i.sPartidu Sardu pro S'Indipendentzia, con l'intento di partecipare alle successive elezioni regionali. 
Il 26 agosto dello stesso anno, insieme ad un gruppo di militanti, occupò pacificamente l'Isola di Mal di Ventre, un isolotto nell'area marina protetta della Penisola del Sinis, conosciuta anche come Isula de Malu Entu (cattivo vento, per i repentini cambi meteorologici). 
Venne costituita la Repubblica di Malu Entu e dichiarata l'indipendenza inviando comunicazioni alle varie agenzie di stampa e una richiesta ufficiale di ammissione all'Onu della nuova Repubblica. Venne creata persino la bandiera ufficiale (rosso-blu in bande orizzontali con al centro sei figure che rappresentano la cultura sarda e la scritta Repubblica Malu Entu) e una moneta locale.

Bandiera Repubblica Malu Entu

Fu un'iniziativa a ciel sereno? 
In realtà no. L'Isola di Mal di Ventre, 81 ettari incontaminati, apparteneva ufficialmente (e appartiene ancora oggi) alla società napoletana Turistica Cabras srl (?). 
Dal luglio del 1974 era "abitata" da un gruppo di indipendentisti i quali se ne prendevano cura quotidianamente con iniziative rigorosamente ecologiste. Nel rispetto totale della natura.
Nel 2008, dopo 34 anni di "possesso", occuparono ufficialmente l'isola costituendo la nuova Repubblica, con un proprio governo, e richiedendo il riconoscimento in base al principio di autodeterminazione dei popoli sancito dalla Carta di San Francisco.
L'isola venne sgomberata a gennaio del 2009 con l'intervento di un imponente schieramento di forze dell'ordine: guardia forestale, guardia di finanza, carabinieri e polizia. 

Negli anni a seguire Doddore fu costretto a far fronte a decine e decine di accuse, processi e condanne. Fino ad arrivare all'ultima carcerazione dopo una condanna a 3 anni con l'accusa di evasione fiscale, frutto di un'indagine nella sua ditta di autotrasporti partita all'indomani della proclamazione della Repubblica di Malu Entu (2008).
Era il 28 aprile 2017 quando l'attivista sardo venne arrestato dai carabinieri ad un chilometro di distanza dal carcere di Massama ad Oristano, dove stava andando a costituirsi, come egli stesso affermò. Nella cella portò con sé, oltre ad alcuni oggetti personali, non a caso, la biografia di Bobby Sands [2]"Sono prigioniero politico". 

Doddore è deceduto il 5 luglio 2017 dopo un malore a causa delle sue precarie condizioni di salute (aveva 74 anni ed era arrivato al 66esimo giorno di sciopero della fame e sete, ndr), ignorate dalle Istituzioni nonostante i vari appelli da parte dei familiari, parenti e amici. 


Sogno o utopia, giusto o sbagliato, persecuzione o atti dovuti, giustizia o ingiustizia etc.. Al di là di qualsiasi giudizio, Doddore Meloni è stato - e rimane - un uomo che ha lottato fino all'ultimo dei suoi giorni per un grande ideale politico: l'indipendenza della sua amata Sardegna. Un uomo che ha avuto il coraggio di manifestare le proprie idee e di sostenerle contro ogni avversità, anche e soprattutto quelle giudiziarie.

Sotto molte sfaccettature, non è la stessa cosa che è successa in Catalogna e Scozia con il referendum per l’indipendenza o con l'Indipendenza (autonomia) che vorrebbero il Veneto e la Lombardia?




Approfondimenti/Curiosità
[1]: Doddore aveva una ditta di autotrasporti, e spesso trasportava esplosivi per rifornire le miniere.
[2]: Bobby Sands era un indipendentista irlandese morto in carcere, anche lui, dopo 66 giorni di sciopero della fame.

RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti


Leggi anche l'omaggio di Orgosolo a Doddore Meloni: murale



Tags

#tr621 #doddoremeloni #ittiri #carcerediuta #indipendentistasardo #terralba #sardegna #isoladimaldiventre #repubblicadimaluentu

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2918

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2530

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
opere varie

Cestini artistici a Largo San Giacomo - Messina - Sicilia

Giorgia Minisi,Mariaceleste Arena,Christian Mangano,Ilenia Delfino

murales

Alice nel paese delle meraviglie

Massimo Cocco,Antonio Russo

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce