Napoli: un murale per onorare il grande tenore Enrico Caruso


Scritto da gea-staff
pubblicato il 03/05/2018
Autore: Corrado Teso
Categoria: murales
Letture: 353 ( Aggiornato il: 19/09/2019 06:05 )
murales
Credits: nancybug09

L'opera murale è stata dipinta dall'artista napoletano Corrado Teso in occasione del 145° anniversario della nascita di uno dei tenori più famosi ed amati a livello nazionale ed internazionale: Enrico Caruso.

L'intervento artistico nel quartiere San Carlo all'Arena è stato commissionato e sponsorizzato dall'Amministrazione Comunale, e ha rappresentato un'occasione originale per celebrare un talento ancora oggi ricordato con affetto dall'intera comunità partenopea.

Enrico Caruso (Napoli, 25 febbraio 1873 – Napoli, 2 agosto 1921) rappresenta ancora oggi uno dei talenti napoletani più famosi sulla scena internazionale.

Il suo talento iniziato da autodidatta si è perfezionato nel tempo portando quella voce e quel timbro particolare sull'Olimpo dei tenori internazionali. 
Nonostante alcuni fallimenti iniziali la sua carriera è stata tutta in ascesa: ha lavorato con grandi maestri come Puccini, Mascagni, Lombardi o Leoncavallo; si è esibito in varie tournée sui palcoscenici dei teatri di tutto il mondo (America latina, Francia, Spagna, Portogallo, Russia, Inghilterra, al Metropolitan di New York etc..), oltre - ovviamente - quelli italiani: Massimo (Palermo), Costanzi (Roma), Scala (Milano). Ha recitato nella Bohème (nella parte di Rodolfo, ndr), Tosca e Manon Lescaut (versione di Massenet), Rigoletto, Mefistofele, Pagliacci, Lucia, Traviata e nell'Aida. Solo per citarne alcuni.

E' stato il primo cantante napoletano a sfruttare l'avvento della nuova tecnologia ed incidere i suoi pezzi su disco.

Il suo rapporto con Napoli non è sempre stato idilliaco. Nel 1901 debuttò nella sua città con Elisir D'amore ma, durante lo spettacolo, venne contestato da una parte del pubblico. Un episodio che lo amareggiò e lo spinse a prendere la drastica decisione di non esibirsi più nella sua amata Napoli fino alla fine dei suoi giorni. Per l'occasione, e a seguito della sua decisione, scrisse un'altra canzone di successo: Addio mia bella Napoli.

L'opera murale è stata dipinta da Corrado Teso in piazza Ottocalli [1] , nella parete del commissariato di Polizia di Stato Stella-San Carlo nel giorno delle celebrazioni del 145° anniversario della nascita di questo straordinario tenore.

Una delle migliori interpretazioni che il pubblico ricorda è 'O sole mio, canzone scritta in napoletano nel 1898 da Giovanni Capurro e Eduardo Di Capua:






Approfondimenti

[1] Piazza Ottocalli: il nome della piazza deriva dal dazio che veniva pagato per poter entrare in città nell'anticità. La moneta coniata a Napoli ed utilizzata all'epoca era il "cavallo". Da qui il nome alla piazza: Ottocalli ("otto cavalli").


RIPRODUZIONE RISERVATA - © Copyright, all rights reserved

Riferimenti /Ringraziamenti

Corrado Teso

Ringraziamo per il contributo anche:

nerobianco_settezero

Tags

#tr689 #napoli #piazzaottocalli #sancarlo #campania #murales #streetart #enricocaruso #corradoteso #osolemio #giovannicapurro #eduardodicapua #nerobianco_settezero #nancybug09 #diego_demar #carminenaples #attilio1163

Scopri tutti gli aggiornamenti

Legenda
Aggiornamento
Indica che c'è un aggiornamento importante che vi consigliamo di leggere.
Seleziona la foto e poi, nella descrizione laterale, clicca su Leggi i dettagli
Aggiornamento
Indica la tua attuale posizione nella gallery
Full Screen
<< Per ovvie ragioni negli articoli non vengono svelati tutti i dettagli delle opere.
Se in zona sono previste visite guidate "autorizzate" vi consiglio vivamente di prenotarle per una full immersion fra colori, informazioni e curiosità (alcune volte trovate i loro banner in questa pagina).
La maggior parte delle associazioni investono le quote dei biglietti per finanziare e sostenere ulteriori progetti di riqualificazione artistica urbana.
Quindi, approfittatene!

PS: Ovviamente non dimenticatevi di seguire l'artista o chiedere ulteriori dettagli e/o curiosità direttamente a lui! >>
Diego Magrì (gea-staff)
 
PARTECIPA!

Partecipa a GeaTracks

Se conosci un'opera o un'iniziativa artistica, se possiedi una foto migliore, se conosci un dettaglio o un particolare non documentato, se hai rilevato un'inesattezza etc..

contattaci subito!


Aggiorneremo la traccia e - se vorrai - ti citeremo per il contributo.

Aiutaci a raccontare, valorizzare e promuovere il territorio!

 
TOP10 - Le più lette
murales

Un murale, tre donne e una antichissima tradizione orgolese

Barbara Contu,Teresa Podda

Letture: 2986

pedrales

Il pastore a riposo - Orgosolo - Nuoro - Sardegna

Francesco Del Casino

Letture: 2639

 
Fotografi - Copyright

Fotografi (198)

Scatti (948)

 
Ultima ora: Le più lette
opere varie

Cestini artistici a Largo San Giacomo - Messina - Sicilia

Giorgia Minisi,Mariaceleste Arena,Christian Mangano,Ilenia Delfino

murales

I custodi del Tempo

Giulio Ledda

murales

San Nicolò Gerrei: pace e guerra

Ciro Francioso,Oriol Caminal Martinez

 
Ultime pubblicazioni
murales

Loceri sotto le stelle - Omaggio alle tradizioni vinicole

Fabrizio Maccioni,Francesco Argiolu,Mirko Loi,Bobo Piseddu,Massimiliano Ibba,Franco Conca

statue e sculture

Antonio Santacroce